Alessandro Menabue per Il Cestino dei Libri3 min read

Allessandro Menabue ha donato due libri. Uno per Il cestino dei Libri e un altro per La Casa di Fausta

Anche Alessandro Menabue aderisce al Cestino dei Libri

Alessandro Menabue, Casa Mazzolini, Il Cestino dei Libri, BUK

Alessandro Menabue è nato e vive a Modena. Ha collaborato con il quotidiano La Gazzetta di Modena ed è stato consulente per la comunicazione web per esponenti politici locali. Cura due blog, uno a carattere prettamente politico (www.alessandromenabue.blogspot.it) e l’altro – di recente apertura – dedicato alla musica. Nel maggio del 2015 ha pubblicato The Great Pretender – Matteo Renzi, il Grande Impostore, analisi delle contraddizioni dell’attuale premier italiano. Da pochi giorni è uscito L’ultima maschera di David Bowie – Il racconto di Scary Monsters, libro dedicato ad uno degli album cardine della carriera del Duca Bianco.

Alessandro ha donato due libri: uno per il cestino dei libri e uno per La Casa di Fausta

The Great Pretender
The Great Pretender, Alessandro Menabue, Casa Mazzolini, BUK, Il Cestino dei LibriBugie, mistificazioni, disinformazione, spregiudicatezza. Dai boy scout a Palazzo Chigi: un’analisi della vera storia e dell’ascesa di Matteo Renzi, il Grande Impostore.

“Con i suoi libri, le interviste e le kermesse alla Leopolda – tutti elementi analizzati all’interno del libro – Matteo Renzi si è speso per divulgare un manifesto programmatico che, alla luce della sua azione di governo, si sta rivelando per ciò che è: un elenco di buoni propositi mai realizzati. Messo alla prova dei fatti, il premier ha quasi sempre agito con filosofie opposte rispetto a quelle promesse che lo avevano imposto all’attenzione del Paese come “rottamatore” del malcostume politico. I primi ad essere stati ingannati sono proprio gli elettori del partito di cui è segretario. Eppure molti di loro preferiscono non vedere (perché l’importante è vincere, a costo di perdere identità e coerenza), mentre altri – una minoranza che gli occhi li tiene ben aperti – non si riconoscono più nel Pd. Poi ci sono coloro che non vedono per molteplici motivi: disinformazione, fatalismo, fiducia nell’uomo forte di turno. Mentre scrivevo The Great Pretender – dove attraverso l’analisi delle parole di Renzi si spiega come il premier abbia speso gli ultimi dieci anni per preparare la sua scalata al potere – il mio pensiero era rivolto soprattutto verso quest’ultima categoria di persone: è a loro che vorrei che fosse fatto leggere quanto ho scritto, perché mi piace pensare che ci sono ancora persone disposte, se informate, a rivedere le proprie convinzioni. Uomini e donne in grado, se lo vogliono, di riaprire gli occhi. Come scriveva José Saramago: c’è differenza tra chiudere gli occhi ed essere ciechi”.

L’ultima maschera di David Bowie: Il racconto di Scary Monsters

David Bowie, Alessandro Menabue, Casa MazzoliniScary Monsters: secondo alcuni il capolavoro di David Bowie, per molti il suo ultimo album imprescindibile.
Senza alcun dubbio una scomoda pietra di paragone per ogni suo lavoro successivo. Eppure di questo disco, se confrontato con altri celebri lavori del cantante, si parla troppo poco: spesso nelle narrazioni dell’arte di Bowie viene citato frettolosamente, quando invece si tratta di un momento fondamentale della sua straordinaria carriera.

L’intento di questo libro è quello di restituire a Scary Monsters l’attenzione che è giusto riservargli, raccontandone la nascita e analizzando ogni sua canzone. Siccome David Bowie non può essere imprigionato all’interno di un disco, tra le pagine sono presenti digressioni che raccontano episodi importanti della sua carriera, aneddoti, riflessioni sul suo percorso musicale. Ma più di ogni altra cosa, questo libro è un gesto di amore.

!!! ATTENZIONE !!! Questo libro verrà donato alla Casa di Fausta

 

Commenta