Il Cestino dei Libri: Archivio Dedalus Edizioni2 min read

Anche l'Archivio Dedalus Edizioni di Milano contribuisce a "Il Cestino dei Libri" del 23 Aprile

Archivio Dedalus Edizioni e Casa Mazzolini insieme per Il Cestino dei Libri, 23 Aprile 2016

L’Archivio Dedalus Edizioni (Milano) nasce ormai dieci anni fa su iniziativa di Vincenzo Pezzella con lo scopo di raccogliere, catalogare e divulgare, come mai era avvenuto in precedenza, documenti di poesia contemporanea italiana su un supporto video. L’esperienza dell’Associazione Culturale, densa di proposte e innovazioni tese a coinvolgere il territorio e a valorizzare le forze culturali, si è arricchita del contributo di Paola Magi, che con le sue ricerche e grazie anche all’apporto di decine di giovani universitari in stage che si sono avvicendati nel tempo, ha contribuito successivamente alla creazione e al consolidamento di un profilo editoriale autonomo, volto alla riscoperta e alla promozione di autori e temi ingiustamente sconosciuti al grande pubblico.

Ecco l’elenco delle opere che l’Archivio Dedalus Edizioni ha regalato per l’evento Il Cestino dei Libri

Il Violino di Nora
Il Violino di Nora, Dedalus Edizioni, Casa Mazzolini, BUKVincenzo Pezzella è il fondatore dell’Archivio Dedalus Edizioni, è regista e artista. Il Violino di Nora […] nome che sparito lasciava ora forse delle finalli superstiti “…ggini”. 
Botticino Sera, vita possibile di Giovanni Paolo Maggini
Botticino Sera, Archivio Dedalus, Casa Mazzolini, Vincenzo PezzellaBotticino Sera, scritto da Vincenzo Pezzella, è un breve racconto sulla vita del celebre liutaio Giovanni Paolo Maggini. La sua storia s’intreccia ad alcune biografie nobili e inaspettate del suo tempo, illustrandoci con vicende anche storiche un inedito paesaggio lombardo del 1600. Giovanni Paolo Maggini è stato un maestro artigiano, costruttore e codificatore di strumenti ad arco. Egli ci ha lasciato con la sua opera una lente preziosa per osservare da vicino quel mondo magico della liuteria italiana; mestiere votato, nei secoli passati come oggi, alla ricerca senza fine di perfezione e arte.
Ultimi Saggi di Cambridge
Ultimi Saggi di Cambridge, Archivio Dedalus, Casa MazzoliniGli Ultimi Saggi di Cambridge sono brevi saggi a carattere filosofico, scritti da Maxwell per essere letti durante le riunioni del club Eranus, a Cambridge, negli anni della sua maturità. Come scrissero Campbell e Garnett “non sono certo frammenti del suo lavoro di studioso, ma piuttosto scintille di quella pietra per affilare che era la sua mente”. La vastità degli interessi intellettuali di James Clark Maxwell, la libertà mentale con cui egli si confrontava con discipline di cui pare non fosse specialista, possono forse darci ragione della sua capacità di superare i limiti del sapere scientifico del suo tempo, divenendo una delle menti più innovative della fisica, da Galileo in poi.

 

 

Commenta